Angolo pranzo

Uno degli spazi più controversi della mia casa é l'angolo del soggiorno dedicato alla zona pranzo. Nella mia casa ideale, quella che probabilmente non avrò mai, la sala da pranzo sarebbe, per l'appunto, una sala a parte, una stanza attigua alla cucina, ben distinta dalla zona salotto.


E invece, nel mio appartamento, il tavolo da pranzo, con quattro di sei sedie di recupero,  ha trovato posto in un angolo dl soggiorno, tra l'ingresso ed il salottino.
É un bel tavolo in noce, ben fatto e di forma quadrata che, all'occorrenza, si può aprire raddoppiando le sue dimensioni capace di accogliere fino a dieci coperti.


Essendomi dovuta piegare all'esigenza di coniugare salotto e pranzo insieme, ho cercato di caratterizzare la zona dedicata al tavolo inserendo, per prima cosa, uno stucco  di gusto neoclassico nella parete più corta e due quadri in stile '800 su quella più lunga. 


Sul tavolo un candeliere richiama lo stile dei quadri, con il suo color oro brunito e le linee elaborate, così come la piccola cornice in resina oro. Il runner in Toile de Jouy accoglie, al centro del tavolo, oggi un'alzata in ferro battuto anticato e vetro, domani un sontuoso bouquet di peonie e ortensie, dopodomani chissà! 


Mi piace cambiare spesso il runner ed il centrotavola a seconda di quello che mi detta l'umore!


Anche se alcune volte mi sento infastidita dagli spazi ristretti e dal fatto di dover sfruttare al meglio ogni angolo della casa, in questo momento sono abbastanza soddisfatta del layout del mio angolo pranzo, anche se, vi assicuro che quando apro il tavolo per le cene con tutta la famiglia davvero non c'è spazio per muoversi!!


Ma, come si dice, chi si accontenta gode! E io ho deciso di accontentarmi... Per ora! Alla prossima!


Manuela

6 commenti:

  1. Mi piace molto il tuo angolo pranzo, accogliente, caldo e denota gusto personale (non amo l'omologazione) Per quanto riguarda gli spazi ristretti, lo dici a una che ha tutto lì; entrata, cucina, soggiorno (e non è un loft ;) ) E' tutto messo al cm e come Michelangelo gioca e sposta qualcosa è subito caos. Anch'io, come te, in una ipotetica casa nuova, più grande, immagino una sala da pranzo a parte, rettangolare, tavolo lungo già aperto, sedie tutte lì, un mobile per i piatti, candelabri e specchio sopra, qualche quadro... Sognare non costa nulla e chissà, magari un giorno... Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  2. Mi sembra di rileggere me quando abitavo nel vecchio appartamento.. capisco bene di cosa parli! Io avevo pure un tavolo da 180 fisso.. immagina.. quando eravamo un pò di più la casa mi sembrava ancora più piccina! Come giustamente dice Adrialisa, sognare non costa nulla e non si sa mai.. a me è successo così.. a furia di sognare!... In ogni caso il tuo angolo pranzo è molto accogliente!!
    Baciooo!!!
    Stefy

    RispondiElimina
  3. E' un angolo davvero carinissimo e personale. Mi piace molto la tua casetta e fai bene ad esserne fiera e felice.
    Graziella

    RispondiElimina
  4. Ogni angolo della tua casa mette in evidenza quanto amore e cura hai .....ogni dettaglio e' studiato .....
    Un grande abbraccio
    Elena

    RispondiElimina
  5. Bellissime queste foto della tua casa che mettono in risalto una cura nei dettagli e un amore per il bello davvero straordinario!

    RispondiElimina
  6. grazie per questa tua idea lili

    RispondiElimina

Lasciate un commento, per favore! Sarà un vero piacere per me leggerlo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...