Autumn in Rome



Dopo quasi un anno di silenzio, eccomi qui a tentare di rianimare il mio blog.
È stato un anno estremamente pesante ed intenso che é diventato lo spartiacque 
tra la mia vita di prima e quella di oggi.


Esattamente un anno fa, il 9/10/16, a quest’ora, mi diagnosticavano
un gravissimo tumore al cervello ad uno stadio piuttosto avanzato.
Senza aver neanche avuto  il tempo di pensare (meno male!) sono stata visitata da 
uno di quei Medici con la M maiuscola, che in meno di dieci giorni  mi ha operata. 

 


Per fortuna alla fine è venuto fuori che la lesione è  un po’ meno grave di quanto 
sembrasse inizialmente.
Certo la strada da percorrere è stata ed è tutt’ora piuttosto lunga, ma sono ottimista
che tutto andrà per il meglio!



Nei giorni in cui mi sento particolarmente bene, cerco di prendermi cura della casa 
(oltre che di me stessa, s’intende!), decorandola, come ho sempre fatto ( “anno sabatico”  escluso!)
a seconda delle stagioni.


L’autunno è da sempre una delle mie stagioni preferite: i colori, i primi freddi, la pioggia
che è una scusa perfetta per passare più tempo a casa davanti una bella tazza di tè fumante e
profumato. Anche i plaid iniziano a fare capolino sui divani e sulle poltrone.



Zucche di ogni tipo decorano angoli della casa e del terrazzino.
In cucina spiccano le mie zucchette in ceramica, mentre sul tavolino del salotto
fa da protagonista assoluta una grande zucca che a fine stagione sarà trasformata
in una gustosa zuppa!




Poi via libera ai toni caldi del rame, dell’alchechengi e della frutta di stagione adagiata 
in un cestino di vimini posto al centro della tavola:  mele  rosse, pere, prugne, fichi e uva 
creano una splendida composizione degna della “Canestra di frutta” del Caravaggio! :-)



Nella mia casetta non possono certo mancare le candele, che continuo ad amare alla follia!
Questa verde che vedete nella foto qui sotto, l’ho trovata da Ikea, ed è stato subito amore
a prima vista, mentre quella a forma di foglia secca è il ricordo di un viaggio di qualche anno fa!










Dal salotto si intravede la ricca fioritura di crisantemi gialli ma soprattutto arancioni 
una lanterna a forma di zucca (se volete realizzarla anche voi trovate le istruzioni qui),
ed un melograno con i suoi  primi piccoli frutti che rallegrano il terrazzino.



Una corona di alchechengi e bacche verdi, una Yankee Candle gialla dal profumo 
delicato ma inebriante, e dei portacandele in legno grezzo, decorano il tavolo dell’angolo pranzo.




Restando fedele alle mie passioni, non mancano oltre ai plaid e alle candele,
cuscini a tema (come quello con il cervo di Maison du Monde) che trovo deliziosamente 
autunnale, cornici a tema naturale ( come quella con l’albero) e discreti tocchi argentati che 
donano una luce particolare in mezzo a tanto grigio, marrone ed arancione!






Il prossimo appuntamento con il restyling della casa sarà a Natale.
Non vedo l’ora, sinceramente. Ho bisogno di cose belle e di un po’ di magia 
familiare, come solo questa festa può regalare!


Ci ritroviamo presto qui.... o almeno lo spero!


7 commenti:

  1. OH MIO DIO!!!!!!!!!
    Sono veramente FELICE che il tuo problema si stia risolvendo anche se, onestamente mi hai lasciato senza fiato!!!!!
    Non c'è bisogno di scrivere quanto questa cosa possa aver influenzato le vostre vite ma ci tengo a dirti che solo il fatto di parlarne secondo me è sinonimo di grande forza e per questo ti ammiro molto!!!!
    Spero di passare presto a leggere altre belle notizie!!!!!
    Un grandissimo abbraccio!!!!
    Kisssssssssssssssssssssssssssssss

    RispondiElimina
  2. Cara Manuela, sapevo già da fb!Devi assolutamente fare così, essere positiva e creare coccole nella tua casa!Quando accadono queste cose improvvise ti lasciano imbambolate!E dopo quando il peggio è passato non riusciamo a capire come abbiamo fatto!Ora cara, guarda avanti!Ti meriti tanta serenità!Un bacione e aspetto i tuoi prossimi poste della tua bella casa!La tua casa in autunno è tanto coccola!Rosetta

    RispondiElimina
  3. Manuela cara, ricordo il momento esatto in cui mi ha regalato il tuo fiore bianco..e quello bordeaux...il primo.
    Che dire...nulla di più di ciò che hai detto.La vita è una continua prova e tu la stai superando egregiamente continua ad essere positiva e a coccolarti con le tue piccole cose che in fondo sono le uniche vere e importanti.
    Sii forte e coraggiosa come stai facendo, vedrai tutto piano piano passerà...un grande abbraccio. Anna

    RispondiElimina
  4. Mi piace la tua casa e la tua forza!!!Ti penso ed imparo!
    Grazie!

    RispondiElimina
  5. Cara Manuela leggo con felicità e gioia questo tuo post del ritorno, non amo fb e anche se avevo capito che avevi qualcosa di serio, ti seguivo in silenzio. Sei molto coraggiosa e forte, ma solo così puoi affrontare il mostro. Brava! coraggio! Ho vissuto questa esperienza con mio padre tanti anni fa, allora le tecniche non erano così avanzate, oggi la chirurgia in questo campo ha fatto passi da gigante e tu ne sei la dimostrazione. Buona fortuna e torna a scrivere sul blog, che è il più bel diario che si possa tenere. Un bacio Marina

    RispondiElimina
  6. è una cosa splendida che tu possa rinascere nella stagione della morte...
    è una cosa splendida, lo ribadisco
    e sono certa che la cosa ti porterà tanto bene, e tanta fortuna
    spero di rileggerti al più presto

    RispondiElimina
  7. Manuela, un grande abbraccio, sono felice che tu stia riprendendo pian piano con la gioia delle piccole cose. Ti auguro ogni bene e giorni di serenità che facciano allontanare (non dimenticare) la paura ed il dolore...

    RispondiElimina

Lasciate un commento, per favore! Sarà un vero piacere per me leggerlo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...