Mercury glass

Ovvero il falso di un falso! Si, perché il mercury glass- o vetro mercurizzato- altro non é che un'artificiosa riproduzione dell'argento invecchiato.
Questa tecnica, nata proprio al fine di ricreare oggetti dall'aspetto argenteo ma molto più economici, si avvale di una semplice vernice a specchio (....che alla fine tanto semplice non é!), di una soluzione di acqua e aceto e di supporti in vetro o cristallo.
Il procedimento é molto elementare; l'unica difficoltá sta nel reperire la vernice effetto specchio. Io, lo dico apertamente, non sono riuscita a trovarla, né nei negozi specializzati, né su internet. O meglio,  l'avevo anche trovata, negli States ovviamente, ma é uno di quei prodotti che non può uscire dagli USA , nel rispetto delle loro leggi; così mi sono dovuta rassegnare e ho ripiegato su una buona- eccellente direi, dato il prezzo!- vernice metallizzata effetto argento.


Per prima cosa ho pulito per bene gli oggetti in vetro e ho preparato, in un flaconcino spray, la soluzione di acqua e aceto nella proporzione di 1:1.
Ho spruzzato da una certa distanza ( almeno una trentina di centimetri) la soluzione con un getto continuo: é importante evitare di far depositare sul vetro delle gocce troppo grosse. Nel caso, meglio asciugare e ricominciare da capo fino ad ottenere una perlatura uniforme.


Spruzzare immediatamente con la vernice a specchio (o metallizzata) e, dopo circa due minuti, tamponare delicatamente con un fazzoletto di carta. Quindi spruzzare nuovamente l'acqua e aceto , poi la vernice e  tamponare ancora una volta. Ripetere questa sequenza fino ad ottenere la copertura desiderata; nel mio caso sono state sufficienti tre passate.




Nella foto qui sotto ecco l'oggetto finito. Ne sono abbastanza soddisfatta, tutto sommato, considerato che sono dovuta ricorrere ad una vernice di ripiego.


A differenza degli oggetti in mercury glass venduti nei negozi d'arredamento, questi miei "falsi" sono stati dipinti all'esterno, anziché all'interno come negli originali, per due buoni motivi: il primo é per un fatto estetico (verniciando dall'interno il minimo effetto a specchio della vernice veniva ulteriormente minimizzato); il secondo é un fatto pratico: avendo intenzione di usare gli oggetti come portacandele o vaso per fiori, ho preferito evitare di mettere a contatto vernice- acqua- fuoco.




Sono contenta dell'effetto finale, ma potete scommetterci che non smetteró di cercare la vernice a specchio vera e propria, finché non l'avrò tra le mie mani!
Alla prossima!


9 commenti:

  1. Devo provare! Magari spruzzando anche una sfumatura di colore diverso per imitare le macchie che si formano sull'argento se ossidato.
    Isabella

    RispondiElimina
  2. anche io voglio provare....
    bellissimo l'effetto ottenuto
    Elena

    RispondiElimina
  3. Manu sei un mito...te l'ho già detto?! beh te lo ripeterò all'infinito, perchè non smetti mai di stupirmi! oggi quando ho notato la pubblicazione di un nuovo post ho pensato "vediamo un pò cosa si è inventata oggi!" ehehe! sono sempre curiosa di vedere cosa esce dalle tue manine d'oro! Bellissima idea, ed ottimo risultato, mi piace davvero tanto!
    Bravissima!
    un abbraccione

    Frà

    RispondiElimina
  4. Troppo bella questa tecnica!! Proverò sicuramente!!
    Baci

    RispondiElimina
  5. Ho scoperto oggi il tuo blog, è bellissimo! Complimenti per le idee creative. Ho incontrato vari progetti in inglese con la vernice a specchio e mi stavo giusto chiedendo dove trovarla in Italia, ora so che non c'è :/
    Seguirò con piacere il tuo blog :)

    RispondiElimina
  6. Mi piace questa tecnica, voglio provare anche io!

    RispondiElimina
  7. Bellissimo sai sempre stupire!

    RispondiElimina
  8. Non sai quanto ho cercato anch'io quella vernice ed alla fine ho optato anch'io per una effetto chromo che mi ha dato un buon risultato^^ un bacione

    RispondiElimina
  9. Bellissimo lavoro ed ottimo risultato. Voglio provare subito questa tecnica. Complimenti :D

    RispondiElimina

Lasciate un commento, per favore! Sarà un vero piacere per me leggerlo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...